Lo scaffale di Qualità

0

scaffale01

LA SIGNORA DEI BACI
Luisa Spagnoli

Autore: Maria Letizia PUTTI, Roberta RICCA
Edizione: 2016
Editore: Graphofeel Edizioni, Roma
Pagine: 165
Prezzo: € 13,00
Il libro è dedicato alla ricostruzione della vita e dell’esperienza di Luisa Spagnoli: personaggio eccezionale della storia italiana del novecento. Grande persona e geniale capitano d’industria che ha fondato due importantissimi marchi aziendali come la “Perugina” e la omonima Casa di moda che porta ancora il suo nome. E’ soprattutto nota per aver ideato il famosissimo «Bacio Perugina» e di molte caramelle e cioccolatini che ancora consumiamo quotidianamente, come le «Rossana». Una donna molto inquieta e creativa, capace di trasformare in oro tutto quello che toccava. La sua fu una vita pubblica di successo, sorprendentemente poco nota, al pari della vita privata intensa e modernissima, quasi da romanzo. E’ un’interessante biografia arricchita da puntuali approfondimenti di storia sociale e di costume. Purtroppo con la sua precoce morte tutto il gruppo industriale ha subito il colpo e, come è accaduto per altre importanti realtà industriali italiane, è entrata in crisi ed è stata acquistata da gruppi stranieri. Solo la “Luisa Spagnoli” è rimasta nelle mani della famiglia.
Il libro è così articolato 1) Luisa Sargentini (nata a Perugia il 30 ottobre 1877); 2) Luisa Spagnoli (dopo aver sposato Annibale Spagnoli il 27 febbraio 1899); 3) la Società Perugina; 4) la guerra; 5) il dopoguerra; 6) l’angora Spagnoli. Luisa Spagnoli muore a Parigi il 21 settembre 1935.

NATURA E SPIRITO DELL’IMPRESA

Autore: Gianfranco DIOGUARDI
Edizione: 2007
Editore: Donzelli Editore, Roma
Pagine: 119
Prezzo: € 12,00
Il libro è uno dei più avvincenti della ricca e colta bibliografia di Gianfranco Dioguardi: ingegnere, imprenditore e professore ordinario di Economia e Organizzazione aziendale al Politecnico di Bari.
L’A. parte dalla considerazione che la più recente rivoluzione socio-economica è stata caratterizzata dalla diffusione dell’informatica e delle comunicazioni e dall’avvento delle alte tecnologie che sono intervenute profondamente sull’organizzazione dell’impresa e sul suo stesso modo di porsi sul mercato. In questi ultimi anni, infatti, la natura dell’impresa e lo spirito imprenditoriale si sono evoluti in maniera complessa sui quali si va riflettendo senza giungere ancora ad una precisa consapevolezza teorica delle nuove realtà.
Per questi motivi l’A. ritiene utile operare una ricognizione a medio raggio della natura e dello spirito dell’impresa così come si stavano delineando nei nuovi contesti di un’economia in altalena tra crisi e globalizzazione. Vengono delineate, così, le nuove e più profonde fisionomie dell’impresa chiamata ad agire su scenari in continua evoluzione attraverso un metaforico itinerario nel mondo delle idee. Il libro è articolato su tre parti:
1) natura dell’impresa: lezioni dalla cultura;
2) lo spirito dell’impresa: lezioni dalla storia;
3) un’utile e ricca “nota bibliografica” che l’A. definisce un «elenco di libri di dotti».

IL PAESE
DEL SOL CALANTE

Autore: Hayao NAKAMURA (con Claudio CRISTOFANI)
Edizione: 1993
Editore: Sperling & Kupfer Editori, Milano
Pagine: 90
Prezzo: 22.500 Lire italiane
«… un grande manager giapponese spiega perché, nonostante tutto, ha fiducia nell’Italia …»; questo è una sorta di sottotitolo del bellissimo libro-analisi scritto più di 20 anni fa da un giapponese particolare: il dott. Nakamura, ultimo sfortunato A.D. della sfortunatissima Italsider. Era arrivato in Italia nel 1961 per una borsa di studio presso l’Università di Roma “La Sapienza”; decise, invece, di rimanerci affascinato dalle grandi potenzialità e bellezze.
Questo è uno dei libri più citati nei miei scritti sulla qualità dei servizi pubblici, perché analizza con passione e competenza le criticità nel funzionamento dei servizi, dell’industria e dei processi decisionali in Italia negli anni ’80: la situazione odierna è divenuta di gran lunga peggiore! Il libro divenne subito raro e poco dopo introvabile; fortunatamente ne conservo religiosamente una copia nella mia biblioteca. E’ un testo che avrebbe dovuto essere approfondito per trarre utili spunti per le riforme della PA; sembra, invece, quasi essere stato utilizzato [come il più datato testo di Banfield sul “familismo amorale”]per promuovere politiche destinate solo al «peggioramento continuo» del Paese.
E’ un libro che consiglio di leggere a chiunque voglia interessarsi seriamente di Qualità in Italia!

Share.

Comments are closed.