La Radio Vaticana e la multimedialità

0
Da più di ottanta anni al servizio del ministero petrino, la Radio Vaticana [RV] svolge un ruolo di «ponte» tra la Santa Sede e le società e Chiese particolari, con la loro specifica cultura nei diversi continenti. Il modo di raggiungere gli ascoltatori è oggi molto ampio e variegato, e si trasforma con il tempo. Ad esempio, non vengono più effettuate trasmissioni in onde corte per l’Europa e per le Americhe, perché non sono più utili. Esse sono state superate ormai dallo sviluppo di altre vie di comunicazione, come le ritrasmissioni dei programmi della RV da parte di un migliaio di radio locali nei cinque continenti, e lo sviluppo di internet.
Questo articolo intende presentare brevemente proprio gli sviluppi multimediali e digitali della Radio del Papa per dar conto della complessità del lavoro che viene svolto.

Il lavoro e i servizi delle redazioni linguistiche

La RV possiede 39 redazioni linguistiche. Esse non sono soltanto centri di traduzione dei programmi in lingua italiana, che è la lingua di lavoro della RV, ma, nella maggior parte dei casi, rappresentano un vero e proprio laboratorio.
Le redazioni linguistiche della RV, infatti, scrivono articoli, li pubblicano sulle rispettive pagine web, raggiungibili all’indirizzo www.radiovaticana.va e contraddistinte dal prefisso delle rispettive lingue (ad esempio, per il cinese: zh.radiovaticana.va; per l’arabo: ar.radiovaticana.va; per l’hindi: hi.radiovaticana.va).
Le redazioni realizzano interviste e programmi radiofonici, scrivono su «Twitter», sui «blog», su «Facebook», tenendo conto dei diversi contesti sociali e culturali. Ad esempio, per la Cina si utilizzano «social network» più presenti in quel Paese. Hanno un’importante diffusione anche i Bollettini quotidiani, settimanali e mensili, inviati via e-mail, che sono poi inoltrati dai Centri dei mass-media cattolici agli organi di informazione locali. Si crea così una rete informativa capillare, che raggiunge facilmente i giornali e i siti web delle numerose Chiese particolari, anche grazie al fatto che le redazioni linguistiche hanno con essi contatti personali. Inoltre, va notato che il sito web della RV contiene pagine non soltanto in tutte le lingue di trasmissione, ma anche in altri tre idiomi disponibili esclusivamente su web: l’ebraico, il giapponese e il macedone.
I file audio o il segnale audio in diretta vengono messi a disposizione sul sito in un’area denominata «Radio per le Radio» (http://it.radiovaticana.va/on_demand_pro.a sp), o via satellite, o via Ftp: in totale si tratta di 77 programmi-audio quotidiani. Notevole è anche il servizio per il rebroadcasting (ri-trasmissione) in diretta, che la RV fornisce a molte emittenti in occasione di eventi papali, con radiocronache in lingua o come audio internazionale (cioè solamente l’audio in presa diretta dell’evento, senza cronache in lingua). Ogni settimana questo servizio riguarda l’udienza generale del mercoledì e la preghiera dell’Angelus o del Regina Coeli, assieme ad altri eventi speciali dell’agenda del Papa.
Le celebrazioni e gli altri eventi papali sono trasmessi in diretta audio e video, con radiocronache in più lingue, oltre che via Radio e satellite, anche tramite il Vatican Player (www.radiovaticana.va/player), un’applicazione sviluppata dalla RV che integra i servizi, live e on demand, audio, video in collaborazione con il Centro Televisivo Vaticano (CTV), e web con i quali gli utenti possono seguire trasmissioni, leggere notizie, vedere video-news e rivedere i video integrali delle celebrazioni. Il Vatican Player è disponibile, oltre che sul sito web della RV, sul portale news.va, sul sito vatican.va e sui siti di partner e media cattolici in vari Paesi, compresi quelli di alcune Conferenze episcopali.

La produzione audio-video

La produzione audio-video della RV riguarda essenzialmente le cronache di celebrazioni ed eventi papali in diretta streaming e le clip (o video-news) che presentano sinteticamente l’attività del Papa.
La RV cura la gestione, la registrazione audio e la diffusione di tutte le celebrazioni papali in collaborazione con il CTV ed effettua radiocronache multilingue in diretta audio-video. I tecnici della Radio sono continuamente a disposizione del Papa: registrano l’audio dei suoi discorsi, le sue omelie (anche quelle pronunciate durante le Messe private, nella cappella di Santa Marta), le udienze generali e speciali, e tutti i discorsi pronunciati durante i suoi viaggi apostolici, sia in Italia sia all’estero. In questo modo si sviluppa una stretta collaborazione tra la RV (che «produce l’audio» dei discorsi del Papa) e il CTV (che assicura le immagini).
È da notare anche la complessità del lavoro della RV: la Sezione «Cerimonie Pontificie» manda l’audio del Papa alla RV tramite il Coordinamento Tecnico e quello dei Programmi della RV. Tale audio è a disposizione dei programmi linguistici, della Segreteria di Stato e dell’Osservatore Romano.
p50-1-n2-15Quando il Papa parla a braccio, occorre trascrivere il testo per aiutare il lavoro redazionale. Ogni registrazione audio della voce del Papa va anche alla «Registroteca», che aggiunge una scheda con la data, il tipo di avvenimento, il tema e così via.
Ogni supporto tecnico ha, ovviamente, una durata limitata. Nell’archivio della Radio ci sono le prime voci registrate su file metallici; quindi i nastri, e poi i cd. Decade la qualità: i nastri si frantumano, e con gli anni decade anche la qualità dei cd. Per salvare la voce, si deve trasferire tutto su un nuovo supporto. Con milioni di registrazioni fatte, si comprende come il processo sia lungo e molto impegnativo. Le clip o video-news sono prodotte dal CTV in collaborazione con la RV per la traduzione multilingue, alla quale concorrono anche alcuni partner esterni, su una piattaforma ideata, gestita e mantenuta dalla RV. Esse coprono le attività e gli eventi papali più importanti, con cadenza quasi giornaliera. Sono tradotte in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, cinese, hindi, polacco, sloveno, lituano e fiammingo.

Agenda, applicazioni e «Radio Vaticana Video»

Altra innovazione specifica della RV è un servizio di Agenda delle attività del Papa (www.radiovaticana.va/agenda), che permette di informare in tempo reale gli utenti di dirette audio-video programmate o in corso, di rivedere la registrazione delle celebrazioni papali, di leggere tutti gli articoli prodotti dalle redazioni linguistiche della RV sull’argomento.
Il servizio Agenda, secondo diverse modalità, è attivo sul sito della RV, sul Vatican Player, sulle App, sul sito web della RV e sul portale news.va.
p50-2-n2-15I titoli dei singoli eventi dell’Agenda (denominati «tic») sono disponibili in italiano, inglese, francese, spagnolo e cinese. È possibile effettuare la ricerca degli eventi per data o per parola-chiave. Inoltre, l’Agenda avvisa di eventuali dirette previste per gli eventi papali, e ogni tic/evento ha un link diretto agli articoli del sito web che parlano di quell’avvenimento, e ne offre poi le video- news e la registrazione video integrale on demand.
Tramite le App per Android (rv.va/android), iPhone (rv.va/iphone) e Windows mobile, è possibile seguire le dirette audio-video solo in streaming originale, oppure le cronache audio multilingue sui canali radio. La recita dell’Angelus e l’udienza generale del mercoledì sono disponibili in forma integrale on demand.
Le celebrazioni papali sono disponibili sul canale TheVatican/You Tube (ma senza radiocronaca nelle diverse lingue). Questo canale è stato aperto ed è gestito dalla RV in collaborazione con il CTV, e mette a disposizione quotidianamente anche videonews di un paio di minuti sull’attività del Papa, tradotte in dieci lingue, tra le quali il cinese, l’hindi e il fiammingo.
I Messaggi Urbi et Orbi del Papa (in occasione del Natale e della Pasqua) si possono ascoltare in versione audio, con la voce del Papa, e leggere in versione video grazie alle traduzioni – realizzate frase per frase, come vengono pronunciate dal Pontefice – in una ventina di lingue. Si tratta di un lavoro portato avanti dalle redazioni linguistiche, che traducono i messaggi pontifici, e dal Web team, che allestisce la versione video.
Una programmazione specifica della Rv viene realizzata anche sul canale multilingue «Radio Vaticana Video» su YouTube (http://www.youtube.com/radiovaticanavideo).
Da novembre 2012 essa viene prodotta con alcune webcam dalla Regia 3, intitolata a Karol Wojtyła, dalla quale vanno in onda programmi speciali, incrociando diverse piattaforme digitali e mettendo a disposizione degli utenti audio, testi, foto, video e collegamenti ai social network. Questo viene realizzato da diverse redazioni linguistiche.

Radiogiornale e «Screen News»

Una considerazione a parte merita il Radiogiornale internazionale in tre lingue (italiano, francese e inglese), che va in onda la mattina, tra le 8 e le 8.45, ed è poi disponibile sul sito web on demand. Queste edizioni costituiscono una sorta di «biglietto da visita» della RV, e riportano le informazioni principali non soltanto sull’attività corrente del Papa e della Santa Sede, ma anche sui più importanti avvenimenti sociali, culturali e politici dei Paesi in cui la Chiesa svolge il suo ministero. Ogni versione linguistica, inoltre, è attenta ai temi specifici legati alla propria area geografica: ad esempio, il Radiogiornale francese pone molta attenzione al Medio Oriente e all’Africa francofona; l’edizione inglese dà ampio risalto al mondo atlantico e all’Asia; quella italiana dedica specifici servizi alla regione mediterranea e all’Europa. Nei Radiogiornali in spagnolo, brasiliano, tedesco e polacco prevalgono l’informazione vaticana e le notizie sulla Chiesa universale, mentre l’approfondimento dei temi del giorno è riservato a programmi specifici, sempre nelle stesse lingue. Le altre redazioni linguistiche devono fare i conti con la brevità dei loro programmi audio. Ma in questo il web può rappresentare una risorsa, perché permette di diffondere tutte quelle informazioni che non trovano spazio nelle trasmissioni audio.
Ultimo servizio – in ordine di tempo – sviluppato dalla RV sono i pannelli informativi (o Screen News), attivi presso i Musei Vaticani e nella sala d’ingresso della RV a Palazzo Pio, sui quali vengono riprodotte le notizie pubblicate, in sette lingue, tramite Twitter. Il servizio viene interrotto ogni volta che inizia la diretta video di una celebrazione del Papa, che può quindi essere seguita tramite tali pannelli.
p50-3-n2-15Questa multimedialità della RV è resa possibile grazie alle piattaforme interne di gestione digitale dei contenuti, scritti, audio, video (da regia e in collaborazione con il CTV) e foto, realizzate in modo da interagire con le differenti reti esterne di contribuzione e diffusione.
L’opzione digitale e multimediale ha permesso, inoltre, di consolidare e far crescere la fitta rete di servizi che la RV offre a emittenti cattoliche e a numerose realtà ecclesiali. Sono infatti molto richiesti i servizi collegati a notizie, audio e video diffusi via web, ma anche i collegamenti con il sito web della RV e con il Vatican Player sviluppato dalla RV stessa. Questo lavoro è possibile anche grazie alle sinergie tra i diversi media della Santa Sede.
La più stretta e più visibile è la collaborazione tra la RV e il CTV; c’è poi la cooperazione tra la RV e l’Osservatore Romano, e tra l’emittente pontificia e il Dicastero per le Comunicazioni Sociali (cfr portale news.va); senza dimenticare la Sala Stampa, guidata dallo stesso direttore generale della RV, padre Federico Lombardi. In questo modo si è venuto a creare un «ambiente» di lavoro vero e vivace.

Nota finale

Il Direttore della Rivista «QUALITÀ» desidera ringraziare S.E. padre Antonio SPADARO s.j., Direttore responsabile della prestigiosissima Rivista «LA CIVILTA’ CATTOLICA », che ha autorizzato la riproduzione dell’articolo pubblicato sul numero 3927 (febbraio/ 2014) di «LA CIVILTA’ CATTOLICA» e l’autore del testo padre Andrzej KOPROWSKI s.j., nonché l’amico padre Domenico RONCHITELLI s.j., caporedattore della medesima Rivista.

Vatican Radio and multimedia. For more than eighty years in the service of the ministry of the Pope, Vatican Radio plays a role of “bridge” between the Holy See and the peoples and the particular Churches, with their particular culture in the different continents. The text shows how the way to reach the audience has changed over time and has become very broad and differentiated.

MIRCO FELLINI

dipendente del Comune di Roma;
laureato in Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione
presso l’Università LUMSA di Roma

www.radiovaticana.va/
Share.

Comments are closed.