La Gestione dell’innovazione nei requisiti della specifica tecnica uni cen/ts 16555-1:2013

0

Nell’agosto 2013 è stata pubblicata la Specifica Tecnica UNI CEN/TS 16555-1: «Gestione dell’innovazione. Parte 1: Sistema di gestione dell’innovazione» (1). Essa rappresenta il primo documento di un’intera famiglia dedicata alla Gestione dell’Innovazione ed articolata in 7 parti, attualmente in corso di redazione, ognuna delle quali è riferita ad una particolare tecnica dell’innovazione:

  • parte 2: Strategic Intelligence Management;
  • parte 3: Innovation Thinking;
  • parte 4: Intellectual Property Management;
  • parte 5: Collaboration Management;
  • parte 6: Creativity Management;
  • parte 7: Innovation Management Assessment.

La prima parte rappresenta una guida per strutturare e mantenere un sistema di gestione dell’innovazione, applicabile a tutte le organizzazioni, pubbliche e private, indipendentemente dal settore di appartenenza, della tipologia o della dimensione. Nella stessa Specifica viene precisato, peraltro, che nella sua stesura è stata posta particolare attenzione alle necessità delle organizzazioni medie e piccole.
La Specifica considera l’innovazione una delle leve importanti per migliorare i risultati, il valore e la competitività di un’organizzazione ed è strutturata in 11 paragrafi che analizzano tutto il processo dell’innovazione, dall’analisi del contesto nel quale opera l’organizzazione alla comprensione ed applicazione delle tecniche di gestione dell’innovazione, al riscontro dei risultati ottenuti.
Dal momento che il sistema di gestione dell’innovazione delineato dalla Specifica segue la struttura PDCA (plan, do, check, act), esso può essere integrato in altri sistemi di gestione quali ISO 9001 ed ISO 14001.

figura 1 - Gli elementi-chiave del Sistema di Gestione dell’Innovazione secondo la «Specifica Tecnica UNI CEN/TS 16555-1»

figura 1 – Gli elementi-chiave del Sistema di Gestione dell’Innovazione secondo la «Specifica Tecnica UNI CEN/TS 16555-1»

I primi paragrafi riguardano una serie di requisiti del tutto analoghi a quelli previsti dalle norme sui sistemi di gestione e non rappresentano, pertanto, particolari novità. Si riferiscono, infatti, alla leadership ed al commitment del top management, alla definizione dei ruoli e delle responsabilità, alla pianificazione delle attività, alla gestione della documentazione, alla messa a disposizione delle risorse, alla valutazione delle performance, al miglioramento del sistema di gestione dell’innovazione, e così via. Per tali requisiti si rimanda, doverosamente, alla lettura del documento. Viceversa, altre parti della Specifica trattano argomenti peculiari della gestione dell’innovazione, sui quali si ritiene opportuno riassumere, di seguito, i concetti principali. In particolare, il paragrafo 8.1 Innovation process schematizza l’intero processo nel così detto imbuto dell’innovazione articolato in quattro fasi significative:

  • Idea management, l’insieme delle attività necessarie ad assicurare un flusso continuo di nuove idee ed il relativo processo di raccolta, organizzazione, analisi, valutazione e selezione. In questa fase rientrano le modalità per la protezione dei diritti riferiti sia alle delle innovazioni sia agli ideatori.
  • Development of the innovation projects, rientrano in questa seconda fase le attività di definizione degli obiettivi, i compiti, le risorse, i tempi, gli strumenti e le tecniche da utilizzare nella gestione dei progetti. Nel caso di attività che comprendano più progetti bisognerà, naturalmente, adottare adeguate modalità in grado di garantirne la gestione integrata.
  • Protection and exploitation of the outcomes, l’attività necessaria a definire le modalità migliori per proteggere e valorizzare i risultati delle attività dell’innovazione.
  • Market Introduction, comprende tutte le attività necessarie all’ingegnerizzazione ed all’introduzione sul mercato dell’innovazione, dopo aver valutato le condizioni connesse con l’esistenza di eventuali diritti della proprietà intellettuale.
figura 2 - Rappresentazione schematica dei processi di Gestione dell’Innovazione secondo la «Specifica Tecnica UNI CEN/TS 16555-1»

figura 2 – Rappresentazione schematica dei processi di
Gestione dell’Innovazione secondo la «Specifica Tecnica UNI
CEN/TS 16555-1»

L’ultimo capitolo è dedicato alle tecniche di gestione dell’innovazione, ognuna delle quali rappresenta, come già detto, l’argomento di sei Specifiche Tecniche in corso di definizione. Esse possono essere utilizzate sia per le attività del Sistema di Gestione dell’Innovazione sia per un singolo progetto riguardante una specifica innovazione:

  • Strategic intelligence management, è il processo di raccolta, analisi e produzione delle informazioni e delle conoscenze più importanti necessarie al processo decisionale nelle diverse fasi della gestione dell’innovazione. Data l’importanza delle attività e delle finalità, questo processo deve essere governato dal top management.
  • Innovation thinking, rappresenta la modalità per analizzare a fondo i problemi e le opportunità al fine di identificare le migliori soluzioni per realizzare l’innovazione, raccogliendo dati ed informazioni dalle diverse fonti e trasformandoli nelle conoscenze necessarie all’organizzazione.
  • Intellectual property management. Il tema della proprietà intellettuale è uno degli aspetti peculiari dell’innovazione. In questo senso, è particolarmente importante sia valutare la presenza sul mercato di eventuali diritti connessi con le innovazioni che si vuole realizzare sia attuare le modalità più efficaci per proteggere i diritti sulle proprie innovazioni.
  • Collaboration management. Questa attività è spesso necessaria in quanto né i singoli né le organizzazioni in genere possiedono tutte le abilità e le conoscenze necessarie ad assicurare un processo dell’innovazione regolare e concreto. Attraverso la gestione della collaborazione, interna ed esterna all’organizzazione è possibile, invece, migliorare in modo significativo le prestazioni dell’innovazione.
  • Creativity management. La creatività rappresenta l’essenza stessa dell’innovazione. In questo senso, devono essere supportate tutte quelle attività utili a stimolare ed agevolare la creatività all’interno dell’organizzazione.

Per concludere, la Specifica 16555-1:2013 individua, analogamente agli altri schemi riferiti ai Sistemi di Gestione, una guida per gestire in modo strutturato il processo dell’innovazione. In questo senso, essa può rappresentare un utile riferimento per poter approcciare la problematica in modo concreto. Allo stesso tempo, però, preme evidenziare che la particolarità e la complessità del processo dell’innovazione non possono trovare una risposta completa solo nell’ambito di un sistema di gestione dell’innovazione.

Note

1 La stessa Specifica Tecnica definisce l’Innovazione come: «implementation of a new significantly improved product (good or service), or process, new marketing method, or new organizational method in business practices, workplace organization or external relations» ed il Sistema di Gestione dell’Innovazione come: «set of interrelated or interacting elements of an organization to establish innovation policies and objectives as well as processes to achieve those objectives»

Articolazione della «Specifica tecnica UNI CeN/tS 16555-1»
=. premesse
=. Introduzione
1. Scopo
2. Riferimenti normativi
3. Termini e definizioni
4. Contesto dell’organizzazione
5. Leadership per l’innovazione
6. Pianificazione per il successo dell’innovazione
7. Fattori che guidano l’innovazione
8. Processi di gestione dell’innovazione
9. Valutazione delle performance del sistema di gestione dell’innovazione 10.Miglioramento del sistema di gestione dell’innovazione
11.Tecniche di gestione dell’innovazione
=. Bibliografia

In August 2013 was published the Technical Specification CEN/TS 16555-1: Innovation Management. Part 1: Innovation Management System. It is a guide to introduce, develop and maintain a system for innovation management, applicable to all organizations, public and private, regardless of sector, type or size. The Specification considers innovation a key driver to improve the results, the value and competitiveness of an organization. It is structured in 11 sections that analyze the whole process of innovation, from the analysis of the context in which the organization operates to the understanding and implementation of innovation management techniques, the feedback of the results. Since the innovation management system follows the structure of PDCA (plan, do, check, act), it can be integrated within other management systems such as ISO 9001 and ISO 14001.

Share.

Comments are closed.