Il progetto BRICKS

0
BUILD UP Skills BRICKS. Building Refurbishment with Increased Competences, Knowledge and Skills è un progetto europeo dell’iniziativa strategica BUILD UP Skills – Pillar II co-finanziato dal programma europeo Intelligent Energy Europe (IEE), coordinata dall’ENEA cui partecipano 15 organismi nazionali e oltre 40 partner associati, tra i quali 2
Ministeri, Regioni e Province Autonome, con una formula variabile, aperta ad ulteriori adesioni.
Il progetto prevede lo sviluppo di strumenti e metodologie per realizzare un sistema di formazione che porti a migliorare le conoscenze, le abilità e le competenze dei lavoratori
impegnati nella riqualificazione energetica degli edifici e nell’uso di fonti rinnovabili di energia, al fine di avere entro il 2020 un parco edilizio ad energia quasi zero.
bricks.sito_BRICKS ha l’obiettivo chiave di gettare le basi per la diffusione di un modello di certificazione delle competenze acquisiti in ambiti formali, non formali e informali che costituisca un unico sistema nazionale di qualifica allineato al resto dell’Europa.
A questo scopo saranno utilizzati diversi strumenti tra i quali l’adattamento al sistema italiano delle buone pratiche già collaudate in ambito europeo per la valutazione delle competenze acquisite sia in ambito formale che con l’esperienza lavorativa.
Saranno, inoltre, progettati nuovi percorsi formativi di armonizzazione delle iniziative già attuate nelle diverse regioni e un sistema volontario di marchio di qualità che identifichi le aziende con personale qualificato.

Perché BRICKS?

•In Italia un alto numero di lavoratori non ha frequentato corsi di formazione formale.
•Nel settore edile esistono 144 diversi profili con una vastissima differenziazione regionale.
•La scarsa qualità della formazione professionale e dell’innovazione, specialmente rispetto alle risorse umane, pongono l’Italia a livelli molto bassi nelle classifiche europee.
•Il sistema formativo, i formatori e i materiali didattici sono complessivamente poco aggiornati.
Principali azioni:
•Promuovere un nuovo sistema di qualifica VET (Vocational & Educational Training) nazionale nel rispetto delle direttive RES (promozione delle fonti rinnovabili di energia) e BPDP (Performance energetica degli edifici) rimuovendo gli ostacoli precedentemente individuati dalla roadmap italiana.
•Adottare buone pratiche già sviluppate e testate in ambito europeo, adattandole al sistema italiano, per la valutazione delle competenze acquisite in ambito non formale ed informale.
•Promuovere azioni pilota per la formazione dei formatori e dei lavoratori in cantiere, sviluppando una buona prassi soprattutto per i lavoratori di basso profilo che difficilmente potrebbero essere inseriti in percorsi formali sia per la mancanza delle conoscenze di base sia per la difficoltà di accesso a corsi fatti duranti durante l’orario di lavoro.
Untitled-1•Mettere a punto una procedura di certificazione di parte terza basata sulle norme sviluppate in ambito UNI, definendo dettagliatamente le skill professionali come previsto dal Quadro Europeo delle Qualifiche.
•Mettere a disposizione dei lavoratori già occupati del settore gli strumenti e i materiali didattici creati all’interno di progetti nazionali e/o europei per colmare eventuali lacune di conoscenze.
•Promuovere un percorso per l’ottenimento di un “marchio di qualità” per le aziende che impiegheranno personale qualificato.
•Indagare sulla possibilità di uno scambio di buone pratiche e di mutuo riconoscimento tra le Camere di Commercio di paesi diversi.
•Coinvolgere tutte le Regioni e le Province autonome per promuovere e disseminare i risultati del progetto attraverso il sistema scolastico e della formazione professionale.
Il più importante contributo del progetto BRICKS consiste nello sviluppo di un sistema nazionale di formazione professionale specialistica all’avanguardia in Europa e nella conseguente consapevolezza dell’importanza assunta dalla professionalità della mano d’opera come garanzia della qualità degli interventi e dei ritorni dall’investimento.

Risultati attesi:

•Coinvolgimento del maggior numero di stakeholder e di organismi pubblici e privati per attuare politiche che incentivino la formazione dei lavoratori sulle nuove tecnologie per gli edifici ad energia quasi zero.
•Accesso diffuso per gli operatori del settore ad una formazione qualificata e certificata.
•Avvio delle procedure di messa a punto di norme e definizione degli schemi di certificazioni UNI per tutti i lavoratori operanti nel settore dell’efficienza energetica e dell’installazione/manutenzione di impianti di fonti rinnovabili di energia a partire dagli schemi EQF sviluppati in ambito europeo.
•Erogazione di almeno 4 processi formativi che comprendono sia la qualifica dei formatori che quella degli operatori/tecnici.
•Diffusione del modello di certificazione delle competenze acquisite in ambiti formali, non formali e informali che porti ad un unico sistema nazionale di qualifica allineato al resto dell’Europa.
•Elaborazione di procedure per la certificazione dei centri di addestramento in grado di trasferire le necessarie abilità pratiche.
•Realizzazione di un sistema volontario di marchio di qualità che identifichi le aziende con personale qualificato/certificato secondo gli schemi di certificazione messi a punto dal progetto.
In ultimo, non meno importante, si auspica una maggiore competitività delle imprese italiane e mobilità del personale tecnico all’interno dei paesi Comunitari.

Modello per la diffusione

Il modello BRICKS prevede che le Regioni italiane, come partner associati, siano direttamente coinvolte nell’implementazione delle azioni sperimentali anche attraverso la collaborazione con gli stakeholder regionali per le dovute integrazioni e/o modifiche che tengano conto delle esigenze del proprio territorio.
Al di là dei singoli obiettivi, l’ampiezza della rete attivata contribuirà allo sviluppo di un sistema nazionale di formazione professionale all’avanguardia in Europa.

SITOGRAFIA

• www.bricks.enea.it – bricks.project@enea.it

Co-funded by the Intelligent Energy Europe Program of the European Union

CLAUDIO ROSSO

Presidente AICQ Nazionale
aicqna.presidenza@aicq.it
Share.

Comments are closed.