“Clima, biodiversità e territorio italiano”

0
Il 23 aprile 2016, presso la sala convegni “San Benedetto”, nella suggestiva location della millenaria Abbazia di Montecassino (in provincia di Frosinone), ha avuto luogo il Convegno nazionale “Clima, Biodiversità e territorio Italiano” organizzato dalla Fondazione ICEF.
La Fondazione ICEF – International Court of the Environment Foundation è un organismo non governativo, senza fini di lucro, fondato nel 1988 per iniziativa del giudice Amedeo Postiglione della Corte Suprema di Cassazione, sin dal 1978 coordinatore del gruppo di lavoro ambientale “Ecologia e Territorio”.
La Fondazione è riconosciuta a livello internazionale ed è accreditata presso le Nazioni Unite (ECOSOC e FAO) e presso il Consiglio d’Europa e sin dal 1989 si occupa a livello internazionale di governance dell’ambiente. Con il convegno di Montecassino, si è voluto sottolineare che la protezione della natura in Italia, come peraltro nel resto del mondo, deve tenere conto ora di un elemento nuovo sopravvenuto già in fase di accelerazione: «la grave crisi globale del clima terrestre, imputabile con certezza all’attività umana».
Il quadro nazionale di protezione della natura e della biodiversità merita ora di essere riconsiderato da un nuovo punto di vista: «assicurare la funzione di assorbimento dei gas ad effetto serra offerta dalla natura, fondamentale per gli equilibri del clima terrestre». In tale scenario coinvolgente, tutti sono chiamati ad operare condividendo le risorse disponibili perché la protezione della natura va, dunque, molto rafforzata per assicurare questa funzione vitale.
Si ritiene infatti, alla luce dei risultati della recente Conferenza di Parigi sul clima, che «in assenza di una proibizione della produzione e commercio di energie fossili in tempi definiti o almeno una comune data certa», il contenimento delle emissioni sarà molto problematico per la struttura ormai consolidata del modello economico di produzione e consumo e per gli stili di vita diffusi, che si basano oggi essenzialmente su delle tipologie di energie non rinnovabili.
Per questa serie di motivi ICEF ha fissato la ricchissima agenda dei lavori del Convegno mediante una attenta strutturazione delle tematiche scientifiche articolate in modo tale de da poter assicurare riflessioni adeguate e capillari su tutte le principali questioni relative all’ambiente e alla sua salvaguardia.
Sono state analizzate, approfondite, “sezionate” scientificamente e commentate le strategie nazionali relative al cambiamento climatico, alle risorse idriche, alle biodiversità e allo sviluppo sostenibile. Tra gli autorevolissimi relatori merita di essere ricordata la presenza anche di alte cariche politiche e delle Istituzioni, nonché autorevoli rappresentanti dell’Enea, del CNR, dell’ISPRA, della Fondazione Sviluppo Sostenibile, di molte Università oltre ai Presidenti di importanti Associazioni “ambientaliste” come WWF, Greenpeace e Fondo Nazionale Pro-Natura, di Coldiretti ed un nutrito gruppo di esperti interdisciplinari.
E’ stata una giornata molto intensa durante la quale si è fatto il punto sulle sfide globali e sulle ricadute sul territorio italiano, cercando di pervenire ad alcune “priorità condivise” grazie ad una sintesi chiara e concreta.
Ampio spazio è stato assicurato all’approfondimento sull’utilizzazione delle nuove tecnologie satellitari per la salvaguardia, la prevenzione e la tutela dell’ambiente.
La presenza di dirigenti dell’Agenzia Spaziale Italiana- ASI, della Thales Alenia Space e dei presidenti di alcuni Parchi Nazionali e Regionali ha garantito anche lo sviluppo di un ampio dibattito sui principali temi affrontati.
Al termine del Convegno è stato condiviso un “documento” – il cui draft è stato elaborato e condivido “in progress” tra i partecipanti -; il testo elaborato come una sorta di “risoluzione finale” sarà sottoposta all’attenzione del Governo Italiano e delle Istituzioni internazionali, che mantenere alta l’attenzione sull’urgenza di affrontare le emergenze ambientali.
Il Convegno di Montecassino è stato dedicato alla memoria del prof. Giovanni Conso, persona di straordinaria statura culturale e morale che è stato per molti anni Presidente onorario della Fondazione ICEF.

DANIELE FITTIPALDI

per ulteriori informazioni: www.icefcourtpress.com;
per contatti:
info@icefcourtpress.com
Share.

Comments are closed.